Vaccini contro il coronavirus : allenamento ultime non consigliato

Dopo diversi casi di problemi cardiaci negli atleti ha seguito dell'iniezione del vaccino Covid-19, diversi medici i chiedono cautela.

Diversi casi di problemi cardiaci in ciclisti belgi

Almeno tre giovani ciclisti sono stati ricoverati in ospedale con problemi cardiaci dopo una corsa o un allenamento nelle ultime settimane. Erano appena stati vaccinati contro il coronavirus. "Non c'è bisogno di farsi prendere dal panico, ma raccomandiamo comunque di non esercitare strenuamente per almeno una settimana dopo ogni iniezione", raccomandano diversi medici e cardiologi a Het Laatste Nieuws.  All'interno della squadra ciclistica Acrog-Tormans Balen BC, che conta 170 corridori di cui circa 80 principianti, tre atleti di età compresa tra 15 e 17 anni hanno sviluppato problemi cardiaci poco dopo la vaccinazione. Uno ha sofferto di dolore al petto durante una competizione, appena due giorni dopo la sua prima dose di vaccino Pfizer. L'atleta in questione, Yarno Van Herck, 15 anni, ha appreso in ospedale che si trattava di un'infiammazione del muscolo cardiaco.

rischi di sviluppare miocardite e infiammazione del muscolo cardiaco o pericardite

A luglio, l'agenzia del farmaco aveva già informato i medici dei rischi di sviluppare una miocardite, un'infiammazione del muscolo cardiaco, o pericardite, cioè un'infiammazione della membrana che circonda il cuore, a 14 giorni dalla vaccinazione. L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) aveva indicato che esiste un 'probabile' legame tra i casi di miocardite e pericardite e l'iniezione di vaccini Covid con messaggio RNA, specificando che i benefici di questi sieri superano i rischi.

Ciò non sorprende perché un vaccino induce inevitabilmente una risposta immunitaria, questo è l'obiettivo desiderato, e questa reazione è generalmente accompagnata da un episodio infiammatorio, il più delle volte lieve, questo è limitato a una riacutizzazione della febbre, ma non dovrebbe essere trascurato. Per questo è consigliabile vaccinarsi ma sospendere l'attività sportiva nella settimana successiva per evitare qualsiasi problema. Questo è buon senso, ma va ricordato.